Responsabilizzare gli studenti attraverso la tecnologia

Se le generazioni più anziane sapessero che ora gli studenti devono essere motivati ​​a studiare, penserebbero che le questioni relative all'istruzione siano andate a sud. Tuttavia, si sta effettivamente muovendo nella giusta direzione. Tutto si evolve e si aggiorna, così dovrebbe essere il processo di apprendimento. Gli studenti non sono più disposti a seguire i vecchi modi, sono aperti a tutto ciò che offre il mondo della tecnologia moderna. Nessuno trascura i metodi di educazione classici, tuttavia non sarebbe dannoso combinarli e lasciare che gli studenti scelgano il percorso che fornirà loro una forte conoscenza e porterà piacere sulla strada.

Ultimamente, con tutta la quantità di informazioni fornite e i requisiti richiesti, non è più possibile afferrare tutto in modo efficace, soprattutto se sono solo minuscole lettere nere su un foglio biancastro. La situazione cambia radicalmente nel momento in cui questo 'film in bianco e nero' diventa luminoso facile da memorizzare e riprodurre foto. Nel momento in cui gli insegnanti tengono una lezione a supporto del loro argomento con elementi visivi efficaci, lo studente ha dimostrato di percepirlo molto meglio. Allo stesso tempo, quando gli studenti presentano i loro progetti e lo supportano con alcuni elementi grafici, animazioni, foto vivaci, non solo i loro voti salgono, i loro coetanei avranno la possibilità di imparare qualcosa.





app cofign

Insegnanti e studenti contribuiranno entrambi aggiungendo elementi visivi al loro lavoro. Anche senza alcuna seria esperienza o eccellente competenza nella progettazione grafica, ci sono molte opzioni suggerite per farlo accadere a causa delle diverse app esistenti. Quello che potresti voler controllare è Crello, nota piattaforma utile per chi ha bisogno di mantenere il proprio lavoro con una grafica sostenibile per vari scopi: animazione, copertine, presentazioni, foto, poster, illustrazioni. La missione è garantire a tutti coloro che possiedono abilità di disegno graficoPer realizzarlo, offre solidi strumenti per risolvere qualsiasi attività di progettazione in un clic.

Ora tutto è praticamente digitale nell'educazione. Presto gli studenti dimenticheranno la definizione della parola 'scrittura a mano', poiché il concetto svanisce a causa del costante utilizzo della tecnologia in qualsiasi materia. Prove, pratica, arricchimento, seminari sono tutti eseguiti attraverso una certa generosità tecnologica. Presentazioni, relazioni, progetti degli studenti sono pieni di meravigliosi disegni grafici, foto vivide.

La tecnologia è parte inevitabile di qualsiasi processo di apprendimento di successo che potrebbe contribuire al suo valore in diverse aree: studi scolastici, attività extracurriculari, lavoro di studio autonomo.



Scuola

L'uso significativo della tecnologia durante le lezioni è di grande aiuto incoraggiando gli studenti a diventare i facilitatori del proprio lavoro. Le cose che hanno sentito da qualcuno rimarranno, tuttavia ciò per cui hanno cercato sarà il loro per sempre. Qualche tempo fa, al fine di completare qualsiasi lavoro di progetto o qualche documento di ricerca, abbiamo dovuto ottenere un 'permesso di soggiorno' per sistemarci in una grande biblioteca. Il prossimo passo sarebbe quello di immergersi in un abisso di libri e riviste. E infine per decorarlo e aggiungere colori: vernici, matite, pennarelli e carte A2 erano i nostri principali strumenti di progettazione. Buono a sapersi che al giorno d'oggi la progettazione grafica è passata a un livello molto semplificato e al contempo piuttosto sofisticato. La situazione è drasticamente cambiata. Al fine di svolgere il lavoro, gli studenti devono solo possedere un wifi veloce, un gadget per connettersi e una conoscenza approfondita del funzionamento del motore di ricerca. Ciò non significa che Internet farà di tutto per loro, aumenterà semplicemente le loro capacità di ricerca e l'approccio creativo al completamento dei compiti.

Attività extracurriculari



Circoli accademici, circoli artistici, gruppi teatrali, giornali e siti web scolastici, club di beneficenza, banda scolastica ... Questo elenco può continuare. Dal momento che ci sono quasi innumerevoli cose con cui gli studenti vengono coinvolti dopo la scuola. Indovina un po? Tutti in un modo o nell'altro avranno bisogno dell'assistenza della tecnologia disponibile. Cercano idee, poster di design, volantini e banner per la promozione di eventi, pubblicizzano i loro piani e sui siti web delle scuole e della comunità, pubblicano sui social media mettendo le loro azioni sulla mappa. Robotica, introduzione al graphic design, programmazione per bambini, sviluppo di giochi sono diventati cose insegnate a scuola.

Autodidatta

evento apple live streaming su youtube

Meglio che mai gli studenti sono perfettamente equipaggiati con tutti i materiali e le risorse necessari per garantire un'autoistruzione di qualità.Canali YouTube abbiamo quasi tutto quello che vogliamo capire e conoscere, semplicemente lo chiami. Webinar e workshop, abbastanza spesso gratuiti, aiuteranno sicuramente a perfezionare il tono e colmare le lacune nel 'database'. Siti Web e blog, pieni di elementi visivi, foto, animazioni, infografiche forniranno informazioni nel modo in cui ti attaccheranno. Anche i social media, se usati in modo intelligente, sono lì per te per arricchire e potenziare le tue conoscenze e abilità.

Detto tutto ...

Spesso la tecnologia nell'educazione è disapprovata. Dal momento che si teme di pensare invece di noi e di degradare il nostro potenziale cerebrale. Tuttavia, da ciò che è osservabile di recente, la situazione è piuttosto opposta. L'incorporazione riuscita di strumenti tecnologici trarrà beneficio dal sistema educativo e farà sì che il processo di apprendimento sia forte e popolare tra coloro che 'potrebbero fregarsene di meno'. Affidarsi solo ai modi consolidati da tempo che non offrono molta diversità è il percorso che porta alla noia e alla mancanza di sviluppo. La cooperazione tra 'nuovo' e 'vecchio' aiuterà gli studenti a impegnarsi e a liberarli dalla mediocrità.