Akon sta acquistando il 50% del capitale della Musik Bi - A Music Download Service con sede in Senegal

akon Musik Bi

Il rapper con sede negli Stati Uniti Akon (Aliaune Badara), originario del paese senegalese dell'Africa occidentale, sta acquistando una quota del 50% in Music Bi.

Musik Bi è un servizio di download di musica con sede in Senegal che comprende oltre 200 artisti di fama internazionale. La maggior parte degli artisti sono rapper e musicisti jazz con musica per ascoltatori cristiani, musulmani e secolari.





Musik Bi è operativo in Senegal da febbraio 2016 e ha ottenuto sufficiente trazione e successo per suscitare l'interesse di un artista internazionale come il Senegal. La piattaforma consente agli ascoltatori di scaricare musica e pagarla utilizzando il credito del telefono cellulare.

Il CEO di Musik Bi, Moustapha Diop, ha affermato che la più grande sfida che la società deve affrontare e che ostacola la sua crescita sono le attuali controversie tra essa e le telecomunicazioni. Le due parti non sono d'accordo su come condividere il taglio dall'acquisto della musica sulla piattaforma.

Con Akon a bordo, il CEO afferma che consentirà di trovare una soluzione migliore a queste controversie. Oltre ad espandere il loro catalogo di musica e servizi includendo streaming, festival musicali e canale TV.



Musik Bi ribadisce inoltre il suo impegno a combattere la pirateria musicale e ad aumentare le entrate degli artisti grazie alla loro creatività.

Akon è un'icona dell'imprenditoria sociale in tutta l'Africa

Sebbene abbia sede negli Stati Uniti, Akon è uno di quei rari africani della diaspora che si sforza di rendere la vita migliore e confortevole per le persone nella madrepatria. Nel 2014, ha lanciato un progetto molto ambizioso, Akon Lighting Africa, in collaborazione con altre parti interessate per portare l'elettricità solare alle persone che vivono fuori dalla rete.akon Musik Bi

La maggior parte dei paesi del continente ha un problema di blackout perenne, qualcosa del genere La Banca mondiale afferma che l'Africa sub-sahariana costa al PIL una perdita del 2,1%. Mentre circa 600 milioni in tutto il continente vivono senza elettricità. Il progetto di elettrificazione solare di Akon fa molta strada, alleviando e mitigando queste sfide socioeconomiche che derivano dalla mancanza di accesso alla rete elettrica.